• Email:
    info@unavocenelsilenzio.it

Cronaca di un martirio infinito: essere cristiani oggi in Pakistan e Afghanistan

Pubblicato da: UVNS 0 Commenti

Nella settimana precedente si è trattato il dramma delle persecuzioni subite dai cristiani in tutto il mondo e del loro preoccupante aumento nell’anno appena trascorso.[1] Il rapporto pubblicato da Porte Aperte – principale fonte del nostro ultimo scritto – fornisce una mappatura precisa dei Paesi in cui discriminazione e persecuzioni avvengono, corredata di numeri e

Leggi tutto

I numeri di una persecuzione

Pubblicato da: UVNS 0 Commenti

Sono 250 milioni, 35 milioni in più rispetto al report dello scorso anno, i cristiani che nel mondo, tra il novembre 2017 e l’ottobre 2018, hanno subito un alto livello di persecuzioni secondo la WorldWatchList redatta da Porte Aperte. L’Africa è al primo posto con le più atroci violenze verso le comunità cristiane seguita, in

Leggi tutto

Un Natale di persecuzioni

Pubblicato da: UVNS 0 Commenti

“Dire buon Natale è un crimine peggiore di un omicidio” così ha dichiarato Younus Kathrada, imam canadese di Victoria.[1] Queste non sono da leggere solo come le parole di un esaltato perché, in molte parti del mondo, i cristiani davvero non possono festeggiare in tranquillità il Natale. A Damasco, in Siria, quest’anno, per la prima

Leggi tutto

[Esclusiva] Intervista a Padre Michael Rabahieh, parroco della chiesa di St. George di Homs

Pubblicato da: UVNS 0 Commenti

Ricordate il matrimonio di Fadi e Rana celebrato tra le macerie della chiesa greco-ortodossa di St. George, ad Homs? Sì, proprio la chiesa senza tetto colpita e distrutta da Daesh, la stessa chiesa che abbiamo visitato durante la nostra missione in Siria nel febbraio del 2016. Qualche settimana fa siamo riusciti a metterci in contatto con loro, in quest’intervista leggerete cosa ci hanno raccontato. Lasciamo la parola al parroco della parrocchia, il Santo Padre Michael Rabahieh.

Leggi tutto

Cristiani colpiti in Egitto

Pubblicato da: UVNS 0 Commenti

Questo è l’ultimo, in termini temporali, di una serie di attentati che da anni le comunità copte sono costrette a sopportare ed i colpevoli sono i fratelli musulmani, islamisti radicali che vorrebbero la distruzione dell cultura cristiana in tutto il mondo. Anche l’ISIS, da parte sua, ha fatto un video lo scorso anno per dichiarare guerra ai cristiani egiziani.

Leggi tutto